Elena Pulcini

Con sconcerto e profondo dolore apprendiamo della scomparsa di Elena Pulcini, a lungo Professoressa Ordinaria di Filosofia Sociale presso l’Università di Firenze e parte del Direttivo SWIP Italia fin dalla sua fondazione, collega, amica, filosofa acuta e raffinata.

Elena non ‘era’, ma ‘è’. È nei suoi libri, nella sua filosofia delle passioni, nella sua riflessione sul soggetto femminile, nella sua filosofia del dono e della cura. Rimarrà di Elena la sua φιλία per il mondo, il suo invito a prendersene cura. Che potesse essere migliore – questo mondo – ne era convinta: si cominci dalle passioni, senza le quali la nostra lotta contro l’ingiustizia è una promessa mancata; si continui con le passioni, quelle che nutrono la nostra ricerca di giustizia. Elena ha confidato in queste passioni, le ha teorizzate, pratica e teoria insieme, senza dualismi. Non c’è pudore in Elena, nel credere, “evocando uno slogan forse un po’ nostalgico ma quanto mai attuale”, in un mondo migliore. Ora siamo noi a provare quel pudore. L’ultimo libro di Elena, Tra cura e giustizia: Le passioni come risorsa sociale (dalle cui conclusioni le parole sopra riportate sono tratte), è di pochi mesi fa. SWIP Italia dedicherà a Elena, e alla sua opera, un incontro. Un evento in sua memoria, ma anche un modo per continuare il suo lavoro di ricerca e di impegno filosofico seppur tristemente senza di lei.

Ci uniamo alla famiglia, alle altre colleghe e colleghi, alle amiche e agli amici nel ricordare una studiosa di grande levatura e persona straordinaria di cui non si potrà non sentire la mancanza.